Servizi

Esami e prelievo 

Nel Centro Diagnostico Astra vengono svolti esami di Chimica clinica, Sierologia, Ematologia, Immunoenzimatica, Coagulazione Batteriologia e Microbiologia con P.C.R. su campioni di sangue, urina, tamponi e materiale organico. La loro esecuzione avviene su moderne apparecchiature a vantaggio della velocità di esecuzione, della tracciabilità dei dati e della oggettività della lettura e del risultato.

Controlla gli orari o prenota un servizio tramite la nostra pagina contatti.

 

Chimica Clinica

La chimica clinica, o biochimica clinica, è una disciplina biologica applicata al campo medico che si occupa di effettuare determinazioni diagnostiche o di routine sui liquidi biologici. Essa è di ausilio ai servizi di patologia clinica, specialità medica che si occupa di raccogliere e interpretare i dati analitici provenienti da diversi reparti specialistici di medicina di laboratorio con lo scopo di poter effettuare una diagnosi chiara e precisa. La biochimica clinica rappresenta anche un supporto alla tossicologia, nell’ambito di comuni determinazioni biochimiche.

Sierologia

La sierologia è quella branca della medicina di laboratorio che studia le reazioni antigene-anticorpo. Con le metodiche “sierologiche”, il cui termine deriva dal fluido corporeo ottenuto centrifugando il sangue intero, si effettua una diagnosi indiretta e retrospettiva ricercando nel “siero” la presenza di anticorpi prodotti in risposta allo stimolo generato dall’agente infettivo stesso. Gli anticorpi vengono prodotti dal sistema immunitario e compaiono nel sangue con una latenza media di 10-15 giorni dal momento dell’infezione. La diagnosi sierologica è applicata quindi alla ricerca di anticorpi verso i responsabili di malattie batteriche, virali, da funghi e da parassiti.

Ematologia

L’ematologia è il ramo della medicina che si occupa dello studio del sangue, degli organi che producono i suoi elementi e delle malattie che possono colpirlo. Inoltre comprende la valutazione della salute del sistema linfatico, strettamente associato al sistema circolatorio, e degli organi deputati alla produzione e al continuo turnover degli elementi corpuscolati che compongono il sangue. 

Immunoenzimatica e chemiluminescenza

I test immunoenzimatici sono test che servono a rilevare l’eventuale presenza di anticorpi o di antigeni in un campione, ma non solo. 

La rilevazione della reazione immunologica specifica nel siero del paziente si basa su una reazione chimica che provoca l’emissione di luce, la cosiddetta chemiluminescenza. La tecnologia ChLIA consente di accorciare ulteriormente i tempi rispetto ai metodi immunoenzimatici: la durata totale delle analisi si riduce a meno di 30 minuti e, grazie all’uso di moderne apparecchiature, i campioni possono essere lavorati in modalità completamente automatica, dalla dispensazione del campione fino all’interpretazione dei risultati.

 

Coagulazione

Il processo che consente all’organismo di interrompere la fuoriuscita di sangue da un vaso lesionato è definito coagulazione. A questo processo partecipano diversi fattori. I test di laboratorio sono utili nel monitorare l’attività di coagulazione del sangue che si innesca a causa di una ferita più o meno grave. Le anomalie del sistema che protegge l’organismo dalle emorragie possono comportare un sanguinamento eccessivo o una coagulazione eccessiva, condizioni entrambe pericolose. In presenza di difetti della coagulazione, perfino una lesione lieve di un vaso sanguigno può causare una grave perdita di sangue. In caso di coagulazione eccessiva, viceversa, i vasi di piccolo calibro in punti critici possono essere ostruiti da coaguli. 

Batteriologia e Microbiologia

La microbiologia è una branca della biologia che si occupa dello studio di batteri, virus, funghi e protozoi sotto il profilo morfologico, chimico e funzionale. La batteriologia medica studia i batteri in relazione con le malattie nella specie umana. Lo studio dei batteri in laboratorio si fonda su alcuni strumenti fondamentali: i terreni di coltura usati per isolare e conservare le linee cellulari pure; colorazioni generiche e specifiche, da osservare al microscopio ottico (in genere); colorazioni con anticorpi specifici marcati e test biochimici per individuare la giusta cura in base al tipo di infezione per ciascun paziente.

Biologia molecolare tramite P.C.R.

La biologia molecolare è la branca che studia i meccanismi molecolari su cui si fonda la fisiologia degli esseri viventi. Lo studio molecolare tiene conto della struttura, delle proprietà e delle reazioni delle molecole chimiche che costituiscono gli esseri viventi. La metodica denominata PCR “reazione a catena della polimerasi” permette l’amplificazione e la rilevazione del DNA umano, virale, batterico, protozoario, etc. Il riscontro positivo determina la presenza diretta del microrganismo nel materiale biologico di partenza. Le informazioni date dal DNA del microrganismo permettono spesso di avere un dosaggio qualitativo della presenza oppure una tipizzazione che permette di distinguere microrganismi con differente risposta alle terapie o con maggior virulenza.

 

Immunofluorescenza

L’immunofluorescenza, come l’immunoistochimica, è un metodo altamente specifico per la rilevazione di determinati antigeni presenti nel tessuto o nelle cellule, a seconda del materiale che si vuole esaminare. Su una sezione di tessuto o su cellule opportunamente preparate, si pone l’anticorpo specifico per l’antigene da analizzare. Si ottiene così una reazione immunitaria antigene-anticorpo. Si possono utilizzare sia anticorpi direttamente coniugati a molecole fluorescenti, ed in questo caso si parla di immunofluorescenza diretta, oppure la reazione antigene anticorpo viene evidenziata utilizzando un secondo anticorpo coniugato ad un fluorocromo, specifico per il primo anticorpo, in questo caso si parla di immunofluorescenza indiretta. Il campione così “colorato” viene poi analizzato, al buio, mediante un microscopio a fluorescenza.