CELIACHIA

La malattia celiaca è una intolleranza al glutine che si sviluppa in soggetti geneticamente predisposti e può manifestarsi a tutte le età. Il glutine è un complesso di sostanze azotate che si forma durante l’impasto con acqua e farina di alcuni cereali, come frumento, farro, kamut, orzo, segale, spelta e triticale. L’organismo contrasta l’intolleranza al glutine con la produzione di anticorpi che sono la causa della conseguente ridotta capacità di assorbimento dei nutrienti nell’intestino tenue. La celiachia, infatti, causa un’infiammazione in questo tratto dell’intestino e ciò provoca la distruzione della mucosa in esso contenuta, generando così un’atrofia dei Villi intestinali.


La gravità di sintomi dipende dall’estensione della malattia lungo l’intestino, e per questo si parla di una forma:

Classica: dove sono presenti diarrea, steatorrea, perdita di peso e tutti quei problemi che sono caratteristici di un malassorbimento globale, soprattutto per quanto riguarda le vitamine, il ferro ed i folati. A volte si può osservare un’anemia da mancanza di ferro, oppure una stomatite aftosa.

Subclinica: presenza di sintomi minori, transitori, ed apparentemente extraintestinali, che solo il medico esperto riferisce a tale condizione.

Silente : è caratterizzata dall’assenza di sintomi e segni riferibili al malassorbimento.

La diagnosi più accurata è un esame chiamato “biopsia della mucosa digiunale”, che rivela le lesioni caratteristiche. Esistono tuttavia metodi più semplici e molto meno invasivi per il paziente, per cui basta un prelievo di sangue dal quale si dosano:

🟡Anticorpi anti-transglutaminasi (tTG) IgA e IgG

🟢Anticorpi anti-endomisio (EMA) IgA

🔵Anticorpi anti-gliadina deamidata (AGA) IgA e IgG


Per combattere la malattia celiaca l’unica terapia attualmente valida è quella dietetica, eliminando dalla propria tavola tutti quegli alimenti che contengono anche solo piccole quantità di glutine.

Alcuni consigli per i pazienti affetti da celiachia:

  • controllare sempre e attentamente gli ingredienti dei cibi confezionati. I prodotti dietetici privi di glutine hanno il simbolo della spiga sbarrata.
  • non utilizzare utensili con i quali siano stati cucinati cibi contenenti glutine
  • non usare olio di frittura già usato per cibi infarinati/impanati
  • non appoggiare il cibo su superfici che possono essere contaminate da alimenti contenenti glutine
  • al ristorante chiedere se prima di cucinare i cibi alla griglia, gli alimenti o la griglia vengono infarinati

Il Laboratorio Astra è vicino ai suoi pazienti, scrivici se hai bisogno di informazioni

Siamo a tua completa disposizione online e offline

Dove siamo

Via Roma n° 15, 80040 Volla (NA) Campania – Italia

Email

info@laboratorioastra.it

Centralino / Fax

Centralino: 081 7742544
WhatsApp: 331 290 2122